Fulvio Terzappi

lunedì, agosto 28, 2006

FINALMENTE!!!!!

Oggi ero veramente stanco. Pensavo di non postare nulla di nulla. E invece. Invece no. Finalmente una qualche reazione provocata dal mio post di ieri. Così devo un po' rispondere a tutti.
Prima al mio amicone Zoidberg. Nel mio post non ho messo neanche un pregiudizio, ma soli fatti constatabili da chiunque. Mentre tu nel tuo post, per almeno il 50% della lunghezza mi parli del meeting di Comunione e Liberazione. Non credo comunque che tutti i ciellini di Italia fossero a Rimini. Io dico che ad Assisi ce n'erano. E il mio operatore telefonico è e resta Vodafone se ti interessa, le cui pubblicità non mi fanno ne' caldo ne' freddo. Alla fine però non mi hai capito. Il mio post non è un attacco alla sinistra, che fa quel che ha sempre fatto e si comporta come si è sempre comportata. No, io ho criticato la manifestazione in sè. Insensato agglomerato di figure e personaggi riuniti per apparire, che si portano appresso simboli che rappresentano regimi molto più sanguinari di quelli che sottointendi tu. Ma con le spalle parate da decenni di propaganda.
Eppoi rispondo a si-mo-ne. Mi dispiace contraddirti, spero tu non ne abbia a male, d'altronde ciò che dici è quel che insegnano a scuola. Tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900, gli Ebrei europei, per sfuggire alle solite cicliche persecuzioni, cominciarono a trasferirsi in terra d'Israele. Qua, i più abbienti tra questi, comprarono (e non occuparono) le terre dagli Arabi. Quindi quei terreni li hanno pagati! Sono loro! E cominciarono a fondare i kibbutz e a coltivare nel deserto. Poi con la seconda guerra mondiale miriadi di Ebrei sono emigrati in quei terreni in Palestina. Non appena le Nazioni Unite riconobbero lo Stato di Israele, questo fu attaccato dopo poche ore dagli eserciti di Egitto, Giordania, Iraq, Libano e Siria. Gli Ebrei vinsero questa guerra e si presero altre terre. Tutto qua, nessuno ha deciso di regalargli una fettina di terra come risarcimento per i danni subiti. Ciò che hanno l'han comprato o conquistato. Se hai tempo e voglia di leggere una paginetta di cui ti ho fatto un breve riassunto e saltato numerose guerre, ti metto il link.


Morning Glory, Oasis

10 Comments:

  • Allora entriamo nel merito della questione:
    Partiamo dai fatti, come dici tu, constatabili da tutti:
    1)E'stata l'UCOII a pubblicare sui giornali l'avviso a pagamento antisemita. Non solo, il COREIS è una delle componenti più moderate e aperte al dialogo, da tempo in rotta con l'UCOII.
    2) La missione ONU non è contro Israele come scrivi.Anzi, Israele (per la prima volta nella storia) ha caldeggiato l'invio di truppe internazionali sui suoi confini.
    3)Per concludere il tuo post privo di pregiudizi inserisci la storia di Muhammed Amin al-Husseini.Che è come se in un post su Gianfranco Fini,dove dico di non aver alcun pregiudizio, ricordassi che Mussolini era alleato con Hitler.

    Veniamo invece all'attacco alla sinistra(ribadisco, attaccabile per migliaia e migliaia di altri motivi):
    1)Ciò che dovrebbe fare notizia dovrebbero essere i rappresentanti delle comunità islamiche in un corteo capeggiato dallo striscione Forza Onu. Ovviamente fa notizia il contrario, ossia quelli di sinistra in un corteo dove appare -caso pressocchè isolato - qualche striscione ineggiante Hezbollah. Inoltre sono manifestazioni aperte a tutti. Purtroppo anche a chi vuole strumentalizzarle.
    2)Ancora, le manifestazioni si fanno apposta per apparire. In questo caso, per dimostrare che quando dicevano no alla missione in Iraq, perchè unilateralmente decisa dagli USA e non -almeno inizialmente - dall'ONU, non era una scusa. Se si muove l'ONU (giusto o sbagliato che sia)allora ci stanno. Non è essere pacifinti è avere un minimo di coerenza.

    Aggiungo infine che -a mio avviso- è pessimo e di cattivo gusto l'attacco al giovane ucciso in Palestina. Dove non era andato a difendere nessuno, ma solo per un campo di lavoro ARCI. Quindi a fare volontariato. Lo so che magari non la pensi come loro, ma allora come dici tu "non hanno capito niente" nemmeno Emergency, Medici senza frontiere, e le centinaia di ONG che hanno il coraggio di operare in zone di guerra.

    By Blogger Zoidberg, at martedì, agosto 29, 2006 1:23:00 PM  

  • secondo me state andando troppo in politica....

    By Blogger ganasa, at martedì, agosto 29, 2006 2:52:00 PM  

  • ...e state modificando troppo il blog...

    By Blogger ganasa, at martedì, agosto 29, 2006 2:52:00 PM  

  • Cazzo... per una volta concordo con Ganasa. Vado a sbronzarmi, và...

    By Blogger Proinsias Cassidy, at martedì, agosto 29, 2006 3:17:00 PM  

  • cazzo io concordo sia con ganasa che con proinsias cassidy...in quale bar...

    By Blogger conmodo, at martedì, agosto 29, 2006 3:38:00 PM  

  • ...da comme....

    By Blogger ganasa, at martedì, agosto 29, 2006 5:26:00 PM  

  • .....che è un barista politicamente imparziale....

    By Blogger ganasa, at martedì, agosto 29, 2006 5:26:00 PM  

  • ...ganasa hai il mio appoggio... però prima un petrus...

    By Blogger Crisalidone, at giovedì, agosto 31, 2006 12:16:00 PM  

  • ...ci sto....

    By Blogger ganasa, at giovedì, agosto 31, 2006 2:47:00 PM  

  • Carissimo Zoidberg, 1)mi pento e mi dolgo con tutto il cuore di aver confuso le sigle di codeste componenti islamiche. Chiedo altresì scusa al signor Pallavicini. E alla sua moderata componente islamica. Comunque anche l'Ucoii era tra i firmatari alla marcia della pace. 2) vedremo da che parte saranno puntate le mitragliatrici. 3)se tu lo facessi scriveresti solo la verità, così come l'ho scritta io. Solo che, se non ricordo male, Fini, per quel che può contare, ha chiesto perdono per i crimini del Nazifascismo. Allo stesso modo, sempre se non ricordo male, nessun dirigente di nessun partito riconducibile anche minimamente al Comunismo l'ha fatto. 1bis) ripeto, a me non importa niente se chi va alla marcia per la pace è di sinistra. A me va benissimo. Non mi piace che si manifesti per la pace con simboli che di pacifico non hanno niente. Siano essi di partiti italiani o islamici. Non ti saresti forse indignato nel vedere un qualunque simbolo di matrice destrorsa? Secondo me il colore della pace è il bianco, e così dovrebbero essere le bandiere della pace. E se volete un simbolo, metteteci Gandhi, non un Che Guevara. Ammirabile per lo spirito di sacrificio, il coraggio e l'abnegazione, ma sicuramente non un pacifista. 2bis) ciò che tu definisci coerenza io potrei benissimo definirlo servilismo nei confronti di chi decide per te ciò che è giusto e sbagliato. Ognuno dovrebbe essere dotato di un minimo di coscienza critica. Secondo me non è coerenza dire che se il soggetto A compie un'azione, tale azione è sbagliata, e se il soggetto B compie la medesima azione, tale azione è errata.

    Per terminare dico che per me ciascuno è libero di fare ciò che vuole. Solo che il poveretto era in un campo di lavoro Arci, che ha in sè un simbolo politico. Gino Strada e Emergency sono apolitici fino a prova contraria.

    Ultima cosa per i lettori del blog che non conoscono ne' me ne' Zoidberg. Quello che dall'esterno può essere sembrato un combattimento all'ultimo sangue è invece una semplice discussione tra me e lui. Che avrebbe benissimo potuto avere luogo al bar davanti ad una birra, come tante alte volte è successo. Io e lui siamo come Red e Toby, nemici amici. Per ovvi motivi Red è lui. Solo che ultimamente non ci vediamo poi tanto e non abbiamo tante occasioni di scambiarci le nostre opinioni quasi sempre discordanti su tutto. E allora l'abbiamo fatto qua. E mi è anche piaciuto, e la prossima volta che lo incontrerò lo saluterò con un'abbracciatona come l'ultima volta. Solo una cosa non mi è piaciuta: il nome Stakanov. Quindi, dopo aver scontato le quattro giornate di squalifica dal campo e la multa di 10.000 euro comminatami dal giudice sportivo, mi comporto per un po' da italiano medio. Mi metto in malattia a tempo indeterminato. Se il medico della mutua mi vuole venire a trovare, abito ufficialmente in una casella postale di una banca alle isole Cayman. Resto comunque reperibile in caso di fattacci e nel frattempo preparo un breve dossier, che a tempo debito pubblicherò, su Sergio D'Elia. Il segretario della Camera. O per caso lo vuoi fare tu Giò?

    By Blogger pazzocroc, at sabato, settembre 02, 2006 11:57:00 PM  

Posta un commento

<< Home